TARTARE DI MANZO CON RISO BASMATI

Quando la carne è buona, tenera, saporita di base come quella che ho trovato ieri dal mio macellaio di fiducia e’ davvero un piacere gustarla cruda. Soprattutto in questa stagione calda in cui si preferiscono piatti freschi, veloci e soprattutto lontano da fuochi e fiamme.
Non mi resta quindi che proporvi una ricetta fresca, sfiziosa, semplice ma soprattutto estiva a tutti gli effetti e che porta con se’ tanta voglia di evadere, mare o montagna che sia, purche’ vacanza sia. Che dite, si vede che ho un disperato bisogno di ferie?!? Purtroppo per me, sono ancora lontane perche’ io e L. siamo amanti delle vacanze fuori stagione, fine settembre per la precisione, e quindi dobbiamo pazientare ancora. Ma vuoi mettere la soddisfazione di andare in ferie quando tutti sono gia’ andati?
Nel frattempo consoliamoci con questa tartare di manzo con riso basmati.

Ingredienti

Riso basmati: 320 gr
Filetto di manzo: 500 gr
Tuorli d’uovo: 4
Acciughe sottolio: 4
Senape:
4 cucchiaini
Cipolle: 2 (piccole)
Capperi: 2 cucchiai (possibilmente sotto sale)
Erba cipollina
Olio, limone, sale e pepe nero: qb

Ho iniziato preparando il riso basmati: prima della cottura l’ho sciacquato con abbondante acqua fredda. Se avete tempo, molti suggeriscono anche di lasciarlo in ammollo sempre in acqua fredda per una mezz’oretta, in questo modo i chicchi non si romperanno durante la cottura. Ho versato il riso basmati, l’acqua e un bel pugnetto di sale in una pentola e portato ad ebollizione. Ho coperto con un coperchio, abbassato il fuoco e lasciato cuocere per 10 minuti; poi ho spento e lasciato riposare ancora 5 minuti senza aprire fino a quando il riso non ha assorbito tutta l’acqua. A questo punto, l’ho sgranato con una forchetta e lasciato raffreddare.

Ho tagliato finemente con un coltello affilato il filetto di manzo, ho messo la carne in una ciotola e aggiunto 4 tuorli d’uovo, l’erba cipollina tagliuzzata con una forbice, 4 acciughe sottolio sminuzzate, 2 piccole cipolle tritate finemente, 4 cucchiaini di senape di Digione e 2 cucchiai di piccoli capperi sotto sale di Pantelleria.
Ho salato ed amalgamato bene il tutto.

Poi ho preso un coppapasta e, al centro di ogni piatto, ho formato i due strati di riso e carne. Ho sfilato il coppapasta, guarnito con un pomodorino e una citronette di olio, limone e basilico; infine ho servito con una spolverata di pepe nero macinato al momento.

Cheese!

tartaremanzobasmati220714Oggi mi ascolto ♪Mentre tutto scorre ♫ di Negramaro http://open.spotify.com/track/3YTgml98QYJWEKvxVM1hiW

Annunci

GAMBERONI AL SALE CON CREMA DI POMODORI

E’ passato quasi un mese dall’ultimo post…uff! E come è potuto succedere?:-) Non che io in queste ultime settimane non abbia cucinato, anzi… Semplicemente non ho preparato nulla di cosi’ sfizioso ed intrigante da essere pubblicato e, soprattutto, complici un paio di weekend lunghi fuori porta (che fanno bene al fisico e alla mente!), ho un po’ perso il ritmo.
Ma veniamo a noi. Oggi voglio proporvi un piatto fa ci lis si mo a base di pesce, sicuramente l’alimento che mangio più volentieri, quasi in tutte le varietà e in ogni modo possibile e immaginabile. Le esigenze di questo periodo (vedi alla voce dieta di L. e poco tempo a disposizione) mi hanno subito fatto pensare alla cottura al sale, che permette al pesce di raggiungere una cottura ottimale creando una sorta di sottovuoto, e non richiede alcun tipo di grasso. E poi, qui al nord, l’estate non e’ ancora arrivata in pianta stabile: temporali e temperature accettabili la fanno ancora da padrona e permettono di accendere il forno senza surriscaldare eccessivamente la casa.
Vi posso assicurare che il risultato è davvero saporito e gustoso; se poi ci aggiungi che si prepara in pochissimo tempo ed è pure leggero, direi che e’ una proposta davvero non male. E voi che ne dite?

Ingredienti

Aglio: 1 spicchio
Erbe Aromatiche (basilico, erba cipollina, rosmarino, prezzemolo): 1 mazzetto
Gamberoni: 16
Limoni: 1/2
Pomodori secchi: 8
Sale grosso: 600 gr
Olio evo: 2 cucchiai
Sale: qb

Ho lavato i gamberoni e li ho asciugati. Ho tritato le erbe aromatiche (rigorosamente a km 0 perche’ provenienti dal mio orto in terrazza) e le ho mescolate con il sale grosso. Ne ho versato meta’ in una teglia da forno, in modo da ottenere uno strato spesso circa un dito; ho disposto i gamberoni e li ho coperti con il sale rimasto. Ho cucinato in forno, gia’ caldo a 200°, per 20 minuti.
Per preparare la crema, ho ammorbidito i pomodori secchi in poca acqua tiepida, li ho strizzati bene e li ho frullati con l’olio, l’aglio e il succo del mezzo limone.
Ho tolto i gamberoni dal forno, ho eliminato il sale dai gamberoni e li ho serviti come secondo con la salsa a parte.
Cheese!

gamberonisale01072014

Lato musicale, oggi ci facciamo accompagnare da ♪Belong♫ di Cary Brothers.

E FALLE LE POLPETTE OGNI TANTO!

Da un po’ di tempo mi e’ venuta la fissa di voler ampliare la gamma dei cereali a me noti e così, proprio l’altro giorno, mi sono fatta un giro di perlustrazione da Ecor .
Fra le altre cose ho comprato il quinoa, nome alquanto esotico ma ben noto a chi di macrobiotica se ne intende. Incuriosita dal nome, ne ho preso una scatola “test” da sottoporre a L. E cosi’ abbiamo scoperto che il quinoa non solo è sano, ma è anche buono: insomma è simpatico questo quinoa!
In realta’, grazie a Wikipedia, ho scoperto dopo che non si tratta di un cereale, ma di un semino appartenente alla famiglia degli spinaci: ripeto spinaci, non cereali, lo preciso per chi vuole essere certo di poter mangiare sia una fetta di pane che la quinoa durante lo stesso pasto. Il quinoa, spiga tipica delle Ande, e’ anche ricco di proteine e minerali, si presenta sotto forma di chicchi tondi molto piccoli simili al miglio e cuoce nel giro di 15 minuti. A dire il vero la sua cottura è proprio facile: per un bicchiere di quinoa ne usi due di acqua, lo metti sul fuoco, spegni dopo dieci minuti, lo lasci riposare per 5 minuti ed è pronto! E il bello è che col quinoa, un po’ come col riso, si può fare veramente di tutto: zuppe, risotti, insalate, torte e cremini dolci e …. le polpette!

Ingredienti
Quinoa: 300 gr
Pane grattuggiato: 200 gr
Carote: 100 gr
Zucchine: 100 gr
Piselli: 100 gr
Olio evo: 100 ml
Mozzarella: 1
Curry, sale, pepe nero e prezzemolo: q. b.

Ho messo a cuocere la quinoa in acqua salata (due tazze d’acqua per una di quinoa) e ho lasciato cucinare per 12-15 minuti a bollore; a mio gusto, ho aggiunto del curry nell’acqua.
Ho tagliato a cubetti le carote e le ho passate in padella con un po’ d’acqua e un pizzico di sale; poi ho aggiunto le zucchine, anche loro tagliate a cubetti, ed infine i piselli. Una spolverata di pepe nero, un paio di cucchiai di olio evo e il prezzemolo.
Sono tornata alla mia quinoa e l’ho passata velocemente con il minipimer in modo che i chicchi legassero meglio con gli altri ingredienti.
Ho aggiunto all’impasto della quinoa le verdure, la mozzarella tagliata a cubetti e due cucchiai di olio evo e ho mescolato. A quel punto non mi restava che preparare le polpette, impanarle con il pan grattato e friggerle.
Cheese!polpettequinoa13052014