Cheesecake alle pesche

Mi viene davvero da ridere perchè volevo cominciare questo post dicendo che questa torta è particolarmente indicata per il periodo estivo, sia perche’ non prevede assolutamente l’uso del forno, sia perche’ la guarnizione a base di pesche gialle richiama molto il colore del sole e dell’estate. Insomma, una torta ideale per il gran caldo! Ma non necessariamente solo il gran caldo, basterebbe anche il caldo e basta… Entrambi, al momento, non pervenuti se non per qualche rara giornata dalle temperature piu’ consone ai tropici che alla pianura della marca trevigiana. Mentre scrivo, fuori invece impazza un altro (l’ennesimo) temporale monsonico…putroppo non possiamo farci nulla e siccome, come dice un vecchio proverbio veneto, il tempo fa quello che vuole, non possiamo far altro che rassegnarci. Almeno per oggi saranno le pesche della torta a colorare la nostra giornata!

Ingredienti (per uno stampo da 26 cm)

Per la base
Biscotti Digestive: 200 gr
Burro: 80 gr

Per la crema
Formaggio Philadelphia: 400 gr
Succo di mezzo limone
Latte condensato: 397 gr (un barattolo)
Gelatina in fogli: 8 gr
Sciroppo di pesche: 50 ml


Per la guarnizione

Pesche sciroppate: 600 gr
Sciroppo di pesche: 100 ml
Gelatina in fogli: 4 gr
Zucchero di canna: 3 cucchiai

Ho iniziato preparando la base: ho tritato finemente i biscotti e ho aggiunto il burro sciolto a bagno maria. Ho mescolato l’impasto fino a quando non era tutto ben amalgamato. In uno stampo da 26 cm (meglio se con cerniera perche’ poi risulta piu’ facile togliere la torta), ho steso l’impasto e l’ho livellato con l’aiuto di un cucchiaio. Ho messo in frigo a riposare per almeno un’ora.

Ho montato il formaggio con il succo del limone, dopo ho aggiunto il latte condensato a filo. Ho fatto sciogliere la gelatina in fogli nello sciroppo delle pesche e l’ho unita al formaggio. Ho versato la crema sopra la base di biscotti e rimesso in frigo per qualche ora (meglio se una notte intera).

Ho tagliato le pesche sciroppate a pezzetti non troppo piccoli e le ho cucinate per qualche minuto con lo zucchero e lo sciroppo. Nel frattempo, ho sciolto la restante colla di pesce in acqua fredda e dopo qualche minuto l’ho aggiunta alle pesche nella pentola. Ho lasciato raffreddare ed infine ho coperto la superficie della torta con le pesche. Di nuovo in frigorifero a riposare per almeno 5 ore prima di servire e la torta e’ pronta.

Cheese!

cheesecakepesche29072014

Oggi mi ascolto ♪  di Dance Me To The End Of Love ♫ di Madeleine Peyroux su Spotify:
http://open.spotify.com/track/5ztIul377mylwHJkCnIWbn

Annunci

TARTARE DI MANZO CON RISO BASMATI

Quando la carne è buona, tenera, saporita di base come quella che ho trovato ieri dal mio macellaio di fiducia e’ davvero un piacere gustarla cruda. Soprattutto in questa stagione calda in cui si preferiscono piatti freschi, veloci e soprattutto lontano da fuochi e fiamme.
Non mi resta quindi che proporvi una ricetta fresca, sfiziosa, semplice ma soprattutto estiva a tutti gli effetti e che porta con se’ tanta voglia di evadere, mare o montagna che sia, purche’ vacanza sia. Che dite, si vede che ho un disperato bisogno di ferie?!? Purtroppo per me, sono ancora lontane perche’ io e L. siamo amanti delle vacanze fuori stagione, fine settembre per la precisione, e quindi dobbiamo pazientare ancora. Ma vuoi mettere la soddisfazione di andare in ferie quando tutti sono gia’ andati?
Nel frattempo consoliamoci con questa tartare di manzo con riso basmati.

Ingredienti

Riso basmati: 320 gr
Filetto di manzo: 500 gr
Tuorli d’uovo: 4
Acciughe sottolio: 4
Senape:
4 cucchiaini
Cipolle: 2 (piccole)
Capperi: 2 cucchiai (possibilmente sotto sale)
Erba cipollina
Olio, limone, sale e pepe nero: qb

Ho iniziato preparando il riso basmati: prima della cottura l’ho sciacquato con abbondante acqua fredda. Se avete tempo, molti suggeriscono anche di lasciarlo in ammollo sempre in acqua fredda per una mezz’oretta, in questo modo i chicchi non si romperanno durante la cottura. Ho versato il riso basmati, l’acqua e un bel pugnetto di sale in una pentola e portato ad ebollizione. Ho coperto con un coperchio, abbassato il fuoco e lasciato cuocere per 10 minuti; poi ho spento e lasciato riposare ancora 5 minuti senza aprire fino a quando il riso non ha assorbito tutta l’acqua. A questo punto, l’ho sgranato con una forchetta e lasciato raffreddare.

Ho tagliato finemente con un coltello affilato il filetto di manzo, ho messo la carne in una ciotola e aggiunto 4 tuorli d’uovo, l’erba cipollina tagliuzzata con una forbice, 4 acciughe sottolio sminuzzate, 2 piccole cipolle tritate finemente, 4 cucchiaini di senape di Digione e 2 cucchiai di piccoli capperi sotto sale di Pantelleria.
Ho salato ed amalgamato bene il tutto.

Poi ho preso un coppapasta e, al centro di ogni piatto, ho formato i due strati di riso e carne. Ho sfilato il coppapasta, guarnito con un pomodorino e una citronette di olio, limone e basilico; infine ho servito con una spolverata di pepe nero macinato al momento.

Cheese!

tartaremanzobasmati220714Oggi mi ascolto ♪Mentre tutto scorre ♫ di Negramaro http://open.spotify.com/track/3YTgml98QYJWEKvxVM1hiW

GAMBERONI AL SALE CON CREMA DI POMODORI

E’ passato quasi un mese dall’ultimo post…uff! E come è potuto succedere?:-) Non che io in queste ultime settimane non abbia cucinato, anzi… Semplicemente non ho preparato nulla di cosi’ sfizioso ed intrigante da essere pubblicato e, soprattutto, complici un paio di weekend lunghi fuori porta (che fanno bene al fisico e alla mente!), ho un po’ perso il ritmo.
Ma veniamo a noi. Oggi voglio proporvi un piatto fa ci lis si mo a base di pesce, sicuramente l’alimento che mangio più volentieri, quasi in tutte le varietà e in ogni modo possibile e immaginabile. Le esigenze di questo periodo (vedi alla voce dieta di L. e poco tempo a disposizione) mi hanno subito fatto pensare alla cottura al sale, che permette al pesce di raggiungere una cottura ottimale creando una sorta di sottovuoto, e non richiede alcun tipo di grasso. E poi, qui al nord, l’estate non e’ ancora arrivata in pianta stabile: temporali e temperature accettabili la fanno ancora da padrona e permettono di accendere il forno senza surriscaldare eccessivamente la casa.
Vi posso assicurare che il risultato è davvero saporito e gustoso; se poi ci aggiungi che si prepara in pochissimo tempo ed è pure leggero, direi che e’ una proposta davvero non male. E voi che ne dite?

Ingredienti

Aglio: 1 spicchio
Erbe Aromatiche (basilico, erba cipollina, rosmarino, prezzemolo): 1 mazzetto
Gamberoni: 16
Limoni: 1/2
Pomodori secchi: 8
Sale grosso: 600 gr
Olio evo: 2 cucchiai
Sale: qb

Ho lavato i gamberoni e li ho asciugati. Ho tritato le erbe aromatiche (rigorosamente a km 0 perche’ provenienti dal mio orto in terrazza) e le ho mescolate con il sale grosso. Ne ho versato meta’ in una teglia da forno, in modo da ottenere uno strato spesso circa un dito; ho disposto i gamberoni e li ho coperti con il sale rimasto. Ho cucinato in forno, gia’ caldo a 200°, per 20 minuti.
Per preparare la crema, ho ammorbidito i pomodori secchi in poca acqua tiepida, li ho strizzati bene e li ho frullati con l’olio, l’aglio e il succo del mezzo limone.
Ho tolto i gamberoni dal forno, ho eliminato il sale dai gamberoni e li ho serviti come secondo con la salsa a parte.
Cheese!

gamberonisale01072014

Lato musicale, oggi ci facciamo accompagnare da ♪Belong♫ di Cary Brothers.